Life Style

I benefici ambientali del bambù

Perché la fibra di bambù è così speciale? Se utilizzata nel campo tessile permette di ottenere un tessuto morbido, biodegradabile e anche molto sostenibile, soprattutto se combinata con il cotone organico.

I vantaggi ambientali legati alla coltivazione e all’utilizzo del bambù in campo tessile sono notevoli: 

  • Cresce molto velocemente: raggiunge la sua altezza massima fra le 8 e le 10 settimane e può raggiungere anche i 35 metri.
  • Può essere raccolto senza impattare in maniera negativa sull’ambiente circostante e ricresce autonomamente.
  • Consuma solamente 1/3 dell’acqua rispetto ad altre piantagioni ed è sufficiente l’acqua piovana.
  • 1 ettaro di bambù assorbe 62 tonnellate di CO2 annualmente quando una foresta ne assorbe solamente 15, e genera fino al 35% in più di ossigeno rispetto ad altre piantagioni.
  • Un ettaro di bambù procura 60 tonnellate di materia prima, mentre un ettaro di cotone ne procura soltanto 2.
  • Non sottrae aree preziose alla coltivazione alimentare.

Mentre il bambù, come abbiamo visto, presenta numerosi vantaggi per l’ambiente soprattutto nella fase di coltivazione, non si può dire lo stesso della sua fase di estrazione che richiede acqua e solventi chimici e dunque non è ottimale sotto il profilo ambientale.

Per questo abbiamo deciso di miscelare il nostro bambù con un 30% di cotone organico, minimizzando nei limiti del possibile l’impatto sull’ambiente sia del cotone che del bambù, ottenendo un tessuto di grande qualità: resistente, leggero e allo stesso tempo morbido.

Commenti

Nessun commento in questo momento!

Lascia il tuo commento

Domenica Lunedi Martedì Mercoledì Giovedi Venerdì Sabato Gennaio Febbraio Marzo Aprile Può Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre

Nuovo Registro conti

Hai già un account?
Entra invece O Resetta la password